Amici dell’organo di Roma, 1982-1986

Presentazione

Presentation

Nel 1969 l’Associazione Musicale Romana (AMR) fondava il gruppo “Amici dell’organo”, con un Bollettino a cadenza annuale. Ideatori dell’iniziativa furono Annamaria Romagnoli (presidente dell’AMR), Wijnand van de Pol (direttore del periodico) e il compianto Gianfranco Di Chiara (segretario). Di tale prima serie uscirono tre numeri (1969-71), aventi finalità prevalentemente didattico-informative sulle due tematiche in cui l’AMR si trovava impegnata: restauro degli organi antichi e costruzione di nuovi strumenti a trasmissione meccanica. Contrariamente a oggi, nella Roma di allora entrambe queste tematiche erano totalmente inedite.
Nel 1982 Annamaria Romagnoli decise di dare l’avvio a una seconda serie della pubblicazione, questa volta però focalizzandola sulla documentazione storica della produzione romana nel settore dell’organaria. Di tale seconda serie, con Patrizio Barbieri direttore, uscirono in tutto cinque numeri (1982-86); come i precedenti, essi venivano distribuiti ai frequentatori del Festival Internazionale d’Organo, che dal 1968 l’AMR organizzava nel mese di settembre nelle chiese romane. Data la notevole concentrazione di informazione storica in essi contenuta, si è ora pensato di metterli integralmente on-line in fac-simile (numerazione delle pagine compresa), dotandoli di un indice dei nomi, degli organi, e degli argomenti principali. Indici esclusi, il complesso dei cinque numeri dà quindi luogo a una monografia di 154 pagine, progressivamente numerate.
In 1969, the Associazione Musicale Romana (AMR) founded “Amici dell’organo”, with its annual Bollettino. The originators of this initiative were Annamaria Romagnoli (AMR President), Wijnand van de Pol (Editor of the periodical), and the late Gianfranco Di Chiara (Secretary). This initial series saw three issues (1969-71), of a mainly didactic-informative nature on the two themes to which AMR was committed: the restoration of antique organs and the construction of new tracker-action instruments. Unlike today, at that time in Rome both themes were totally neglected.
In 1982, Annamaria Romagnoli decided to launch a second series of the same publication, this time however focusing on historical documentation of Roman production in the organ-making sector. Of this second series, with Patrizio Barbieri as editor, a total of five issues were published (1982-86). Like the former, they were distributed to patrons of the “Festival Internazionale d’Organo”, which, since 1968, AMR was organizing every September in Roman churches. Owing to the considerable concentration of historical information contained in these issues, it has been decided to publish them in full on-line in facsimile (page-numbering included), also providing a name-, organ-, and subject-index. Excluding the indices, the five issues will form a monograph of 154 pages, numbered progressively.




Patrizio Barbieri

Roma, giugno/June 2009